“Homines Tinderis” o le 10 specie di maschi che più frequentemente popolano le app di “dating”

Per osservare un microcosmo di GentecheNonCelaFaTM , è sufficiente scaricare una app di dating.

Per non saper ne leggere ne scrivere, ho scaricato le tre più popolari: Happn, Tinder e la nuova Once.

Premesso che non bisogna generalizzare, ma senza un pizzico di ironia questa vita sarebbe veramente #NCF all’ennesima potenza.

Ecco qui la mia personalissima top ten di Gente che Non ce La Fa (ma neanche un pochino):

  1. L’amante degli animali

Questo esemplare di masculus tinderis cerca di mostrarsi accessibile ed inoffensivo abbracciando cuccioli di cane, gatto o bambini. Gli esemplari più facoltosi generalmente hanno foto anche di loro che abbracciano bambini nelle missioni africane oppure in cui sono in preghiera accanto al Dalai Lama.

Generalmente sono poi primi a proporre cose come “#escile” o “mi mandi altre foto piccanti ;)”

  1. Il deluso

Solitamente abbandonato come un cane d’estate in tangenziale dalla ragazza per il suo migliore amico. E queste cose non sei tu ad immaginarle, è lui a raccontartele, nei minimi dettagli.  Lui cerca qualcuno con cui parlare. Non ha fretta. Dopo la rottura con la sua ex non è stato semplice risalire dal baratro. Perché insomma, la sua ex gli ha spezzato il cuore. E ora i suoi gli amici gli dicono che dovrebbe uscire di più e così ha scaricato queste app. Ma, intendiamoci, non lo usa spesso eh…mica vuole scopare. Lui.

  1. Il diretto

Al polo opposto delle due categorie precedenti. Lui quello che vuole te lo dice o te lo fa capire, senza mezzi termini in forme molto simili alle seguenti:

Ciao, cerco sesso, se non sei interessata toglimi la compatibilità altrimenti potrai avere la mezz’ora più intensa della tua vita”.

Ci sono anche varianti che hanno foto semi-nudi; spiaggiati con posa duck-face; selfie davanti allo specchio in cui si alzano  oppure descrizione personale “astenersi perditempo”.

  1. Il modello

Facilmente distinguibile per i suoi selfie in posa da red carpet. Molto spesso, la sua eterosessualità è estremamente discutibile (specie quando presenta il tratto tipico delle sopracciglia ad ali di gabbiano e delle sciarpine Yves Saint Laurent) ma lui, forse ancora non lo sa. Onestamente io non vorrei essere quella con cui scoprirà che l’amore della sua vita è in realtà il suo amico di infanzia Isidoro perciò passerà da Happn a Grindr.

  1. Re Mida

Citazioni filosofico motivazionali nel profilo, spesso in più lingue. A volte può scomodare anche Nietzche. Foto che vanno da: lui accanto o alla guida della sua BMW a lui che legge un libro con aria assorta in foto in bianco e nero e lui che è in mezzo ad un gruppo di amici cospargendo gente con Moet et Chandon.

Lui è figo. Ha un lavoro figo (e lo scrive; 32 anni, Senior Consultant presso Fritzton&Watson). Viaggia in posti fighi e nelle versioni particolarmente in grana si intravedono pure un paio di chiappe di ragazze.

Tutto quello che tocca è oro. I suoi amici sono d’oro. Il suo tempo è oro perché lui è un uomo estremamente impegnato, con un sacco di interessi. Scoprirò presto che, lui che l’ha anche d’oro.

Perciò, ovviamente nessuno di questi interessi può ricomprendere attivamente me perché sono anch’io un puntino sulla sua “schedule” .  Il lato positivo è che fra tutte, ha scelto me per il “time frame” fra le 22:00 e le 23:30.

La mia risposta, ovviamente, è…”next!”

  1. Il fallito

A volte li riconosci perché sono “Libero professionista da me stesso” o non meglio precisato “Imprenditore” o e il sempre in voga “collaudatore di materassi”.

Generalmente pure anzianotto e bruttino (magari si fa pure le sopracciglia). Tendenzialmente si crede un incrocio fra Tom Hiddleston e Michael Fassbender, quando in realtà, se gli va bene, è una versione ben conservata di Christian De Sica.

Nella beneaugurata ipotesi in cui abbia ancora tutti i capelli, si sente in diritto di fare il prezioso e ricade nella categoria ReMida (anche se senza lo stesso potere di spesa, ma in fondo è l’attitudine che conta!) cominciando a dispensare consigli non richiesti tipo “sei carina, ma non ti farebbe male un po’ più di palestra per la prova costume” oppure “secondo me non sei abbastanza sicura del tuo fascino e comunque un po’ più di culo non ti farebbe male, ma io a letto con te ci verrei anche così eh [emojiwink]”. Lo devo verbalizzare il #NCF?

  1. Lo sposato

Sono sulle varie applicazioni con le foto di coppia.

Alcuni addirittura scrivono proprio “Sono sposato” oppure “sono in una relazione seria” fra le informazioni oppure “Uomo Sposato” come nome.

Non posso recensire a fondo questa categoria perché non ne ho esperienza diretta.

E’ un po’ come al mercato: se vedo che, per dire, un avocado è marcio, passo oltre e non lo tocco nemmeno. Comunque, #NCF e solidarietà alle di loro mogli e compagne,

  1. Il simpatico

“Non son bello ma piaccio”; “Uomo de panza uomo de sostanza” “Un limone non si nega a nessuno” sono il loro cavallo di battaglia.

Generalmente questi “simpaticoni” sostituiscono l’avvenenza con la simpatia. Ci starebbe anche, se poi non si rivelassero dei morti di “attenzioni” (si, per attenzioni intendo “pheega”). Questo è disperato. Probabilmente vergine. E se non lo è l’ultima volta che ha visto una donna nuda era su YouPorn. Ti manda messaggi a raffica. Anche se non gli rispondi, soprattutto se non gli rispondi! E come un’erbaccia…va sradicato rimuovendo la compatibilità, prima di dover ricorrere alla polizia postale.

  1. L’hipster

L’hipster si presenta con un’aura intellettualoide.

Lo identifichi perché lui generalmente di lavoro fa “produttore”; “fotografo in cerca di modella in giro per l’Europa” o anche il “Founder at [nome di startup sconosciuta a caso]”.

Ha un gusto per la moda radical chic e, ovviamente, la barba e l’occhialetto da sole. Una barba simbolo di virilità e potenza. Se non fosse che è molto, ma molto meglio tenuta dei miei capelli.

Si, perché scommetto che lui va dal suo barber shop (che usa esclusivamente prodotti pro raso, mica cazzi!) più volte di quante io vado a farmi il balayage. Sicuramente la sua barba e molto meglio tenuta delle mie gambe in certi giorni oscuri, verso la fine dell’inverno…non può sicuramente essere un “match”.

  1. Il tuo capo

48 anni, sposato, due figli. Quando non ti costringe a rimanere in studio ad ore improbabili per rivedere alla nausea la bozza dello stesso contratto la sera prima del closing perché “capitasse qualunque cosa, dobbiamo essere printi a tutto”, ti racconta ti come ha chiesto alla moglie di sposarlo buttandosi da un elicottero e facendo scrivere nel cielo “Bianca ti amo” nel cielo dai paracadutisti della folgore.

Tu sei talmente emozionata dai suoi racconti sul ruolo delle donne nella professione che fingi ti scaricare la posta e apri Happn per cazzeggiare con qualche deluso. Scopri con orrore di aver dimenticato di togliere la geolocalizzazione e trovi “GianPaolo 45” a meno di 500 metri da te.

Lui, attivo la notte precedente alle ore 23:30, come i migliori vecchi lupi mannari, ha una foto dei suoi giorni di gloria con camicia aperta e laconiche immagini della sua villa al mare con piscina.

Lo blocchi immediatamente, ma sai che la tua vita professionale sarà ormai segnata dall’interrogativo “che vorrà dire 45?”.

Mad #NCF

 

Annunci

6 pensieri riguardo ““Homines Tinderis” o le 10 specie di maschi che più frequentemente popolano le app di “dating”

      1. Che ridere! Ho iniziato a leggere un po’ il tuo blog e mi ha colpito proprio quel tuo post…credo di averti messo anche un “Mi piace” e lo sottoscrivo 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...